Cosa Succede Quando Smetti di Fumare: Conseguenze e Benefici

Smettere di Fumare: conseguenze e benefici

Cosa succede quando si smette di fumare? E’ questa la domanda che tanti fumatori si pongono quando decidono o quantomeno provano a smetterla con quello che è un vizio a dir poco dannoso per la salute.

Gli effetti dello smettere di fumare sono tanti e possiamo dire anche che sono tutti positivi in quanto smettere di fumare fa male dal punto di vista psicologico in quanto emerge spesso, specie all’inizio, il desiderio di accendersi una sigaretta, ma a regime i vantaggi ed i benefici, ovverosia gli effetti smettere di fumare sono tutti a vantaggio di un ripristino del benessere fisico e di una vita più lunga. Ed allora, volendo a questo punto entrare nel dettaglio, cosa succede quando smetti di fumare?

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, benefici a breve e medio termine

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, benefici a breve e medio termineEbbene, in accordo con quanto mette in risalto l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC), i benefici che sono legati allo smettere di fumare sono immediati ed anche a lungo termine come segue: già dopo 20 minuti l’ultima sigaretta fumata la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa tornano nella norma.

∫ dallo smettere di fumare, i polmoni iniziano a ripulirsi non solo dal muco, ma anche dai depositi che sono stati lasciati dal fumo. Ed ancora, dopo appena due giorni senza le sigarette il nostro organismo sarà riuscito a liberarsi della nicotina in circolo iniziando così la fase di recupero del gusto ed anche dell’olfatto.

Bastano inoltre solo 3 giorni senza fumo per poter iniziare a respirare meglio e per tornare a recuperare le energie di un tempo, mentre ci vogliono da un minimo di 2 ad un massimo di 12 settimane per ottenere un vistoso miglioramento della circolazione sanguigna.

Per quel che riguarda lo smettere di fumare conseguenze e benefici a medio ed a lungo termine, dopo un minimo di 3 ed un massimo di 9 mesi senza fumare per il nostro organismo si registrerà anche un netto miglioramento della respirazione.

Questo miglioramento, in particolare, sarà sempre più marcato anche perché la tosse ed i sibili registreranno via via una forte riduzione con il rischio cardiovascolare che già dopo 1 anno senza fumare si sarà dimezzato rispetto a chi invece continua a farlo a proprio rischio e pericolo per la salute.

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, benefici a lungo termine

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, benefici a lungo termineInoltre, sottolinea altresì l’AIRC, dopo 10 anni senza fumare il rischio di contrarre il tumore al polmone equivale a quello di chi non ha mai fumato o comunque si sarà dimezzato. Il livello di rischio in tal caso dipende non solo dal numero di anni in cui si è fumato prima di smettere, ma anche da quante sigarette il soggetto ha complessivamente fumato.

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, gli effetti collaterali

Abbiamo sinora indicato quelli che sono i tanti benefici dello smettere di fumare, ma detto ciò ci sono però degli effetti collaterali ai quali dover far fronte? Ebbene, tra le tante verità e quelle che, invece, sono spesso solo delle vere e proprie leggende metropolitane, si tratta di verificare i sintomi veri e presunti come lo smettere di fumare che provoca catarro, lo smettere di fumare ed i suoi effetti sulla pelle, lo smettere di fumare che provoca mal di testa, e lo smettere di fumare che fa perdere capelli.

Appena smetti di fumare, il tuo corpo ha bisogno di adeguarsi all’assenza di nicotina. Non dimenticarlo!

Ebbene, a lungo termine gli effetti collaterali legati allo smettere di fumare sono di natura prevalentemente psicologica, mentre a brevissimo termine, ed in particolare nella prima settimana senza fumare, gli effetti collaterali sono associabili ed associati a sintomi che sono strettamente legati ad un malessere fisico. E questo perché, senza fumare, nei primissimi giorni il nostro corpo deve adeguarsi a quello che è il crollo della nicotina in circolo, cosa che, nello specifico, può innescare tutta una serie di effetti negativi e comunque di natura transitoria.

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, i sintomi a brevissimo termine

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, gli effetti collateraliNel dettaglio, quando si smette di fumare il soggetto, nel brevissimo termine, accusa una riduzione di zuccheri nel sangue legata proprio all’interruzione dell’assunzione di nicotina. E questo nei primi giorni, e comunque nella prima settimana, può portare ad accusare mal di testa, capogiri, una distorsione nella percezione del tempo e, quasi sempre, anche una costante acquolina in bocca.

Tagliando di netto il fumo da un giorno all’altro, le difficoltà maggiori si riscontrano proprio nei primi giorni in quanto il nostro corpo si ritrova a lavorare in una condizione oramai non sperimentata da anni se, per esempio, si è fumatori di lungo corso.

Generalmente, come sopra accennato, entro la prima settimanail corpo si auto-regolerà adattandosi alla nuova condizione ed iniziando a rilasciare i corretti quantitativi di zuccheri. Attenzione, quindi, ai primi giorni quando a fronte dell’astinenza da fumo c’è anche da fare attenzione ad una contestuale quanto inattesa tendenza a mangiare più del dovuto, ragion per cui lo smettere di fumare passa anche dal porre la massima attenzione ai consumi a tavola.

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, tutte le info con il TVF

Cosa Succede Quando Smetti di Fumare, tutte le info con il TVFDi conseguenza, sebbene per smettere di fumare sia sufficiente il ‘fai da te’ ed una grande forza di volontà, la soluzione migliore è sempre quella di consultare in via preventiva il medico di famiglia. Inoltre, in Italia c’è pure un apposito numero verde contro il fumo. Trattasi, nello specifico, dell‘800 554 088 che corrisponde al TVF, il Telefono Verde contro il Fumo dell’Osservatorio Fumo, Alcol e Droga dell’ISS, l’Istituto Superiore di Sanità.

Telefonare al numero verde sopra indicato significa accedere ad uno sportello che rappresenta in tutto e per tutto un punto di ascolto e di monitoraggio che, tra l’altro, è aperto non solo ai fumatori, ma anche ai loro familiari, agli ex fumatori ed ai non fumatori, ed anche alle istituzioni pubbliche e private ed a chiunque sia interessato a quelle che sono le problematiche legate al fumo di tabacco.

Il Telefono Verde contro il Fumo è attivo tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 16, e fornisce tra l’altro, proprio al fine di smettere di fumare, tutte le informazioni utili e le indicazioni sulle strutture sanitarie pubbliche, dalle Asl agli Ospedali, e sulle Associazioni ONLUS che sono censite dall’OssFAD, l’Osservatorio fumo alcol e droga dell’ISS – Istituto Superiore di Sanità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *