Sigarette Leggere: Quali Sono Le Sigarette Più Leggere

Sigarette Leggere

Il fumo fa male e nuoce alla salute anche di chi ci sta intorno quando la sigaretta è accesa. Lo sanno benissimo pure i fumatori con la maggioranza di questi che, pur conoscendo gli effetti del fumo, continua a fumare nonostante tutto e spesso peraltro facendo delle scelte che poi non sono proprio così azzeccate.

Sono tanti i fumatori, per esempio, che fumano anche un pacchetto al giorno giustificando e legittimando in qualche modo il vizio con il fatto che le sigarette scelte sono leggere. Ma quali sono le sigarette più leggere?

Quali Sono Le Sigarette Più Leggere

Le sigarette più leggere sono quelle che hanno il più basso contenuto possibile di nicotina e di condensato, ma fumarle rispetto alle sigarette più forti non azzera i rischi di tumore al polmone, di malattie cardiovascolari ed altre patologie che nel medio e lungo periodo possono rivelarsi letali.

Sul mercato, tra l’altro, le marche di sigarette leggere sono tante, ma scegliere una marca di sigarette leggere rispetto ad un’altra non fa molta differenza a parità di nicotina e di condensato in quanto gli effetti negativi sul proprio corpo sono gli stessi. Le sigarette più leggere, inoltre, per il fumatore possono rappresentare in tutto e per tutto una trappola.

Se sei alla ricerca di sigarette leggere che ti possano aiutare a smettere di fumare, qui sopra trovi le migliori opzioni disponibili online.

Sigarette Leggere, al bando le diciture mild e light

Quali sono le sigarette più leggereIn accordo con quanto mette in evidenza l’AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, il termine di sigarette leggere dato alle ‘bionde’ risulta infatti essere del tutto fuorviante in quanto le differenze sono irrilevanti in termini di effetti sulla salute.

Anzi, il fumatore nel chiedersi quali sono le sigarette piu leggere deve anche tenere conto del fatto che tale idea di norma spinge il fumatore stesso a consumarne di più con la conseguenza che il vizio diventa così radicato che poi diventa molto difficile smettere.

Inoltre, sempre secondo l’AIRC, chi fuma sigarette leggere è di norma propenso a boccate lunghe e profonde con la conseguenza che, rispetto al fumare una sigaretta ‘forte’, le sostanze tossiche inalate sono sostanzialmente le stesse.

In altre parole definire le sigarette leggere non è solo fuorviante, ma anche ingannevole al punto che negli anni scorsi, e precisamente nel 2010, negli Stati Uniti la FDA, ovverosia la Food and Drug Administration‘- come riportato da Guadagnare Opzioni Binarie – , impose il bando sulla definizione di ‘leggere’ per le sigarette con la conseguenza che non si può più scrivere nei pacchetti la dicitura ‘mild‘, ‘light‘ oppure ‘low tar‘.

Le case produttrici di tabacco sono corse ai ripari dando alle sigarette leggere altre denominazioni e fissando peraltro delle strategie commerciali che in futuro, allo stesso modo, potrebbero essere messe al bando.

Attualmente, infatti, rispetto a quelle forti della stessa marca, le sigarette leggere vengono vendute in confezioni che presentano dei colori più chiari. In questo modo, proprio in ragione di strategie di marketing, si vuol far intendere al consumatore che le sigarette coi pacchetti più chiari fanno meno male quando invece, come sopra detto, non è così.

Sigarette Leggere, quante se ne possono fumare senza rischi?

Quante sigarette leggere si possono fumareTanti fumatori fumano le cosiddette sigarette leggere consumandone al giorno un numero che dallo stesso fumatore viene ritenuto basso e tale da non correre rischi per la salute.

Trattasi però, in tutto e per tutto, di una valutazione sbagliata in quanto non esiste una soglia di sicurezza al di sotto della quale si possa dire con ragionevole certezza e sicurezza che il fumo non produca danni, ragion per cui l’unica soluzione e scelta possibile per ridurre il proprio rischio personale di ammalarsi è quella di smettere di fumare del tutto ed anche di netto, senza compromessi.

E questo perché la tecnica di ridurre il numero di sigarette fumate al giorno, fino ad azzerarle, molto spesso non funziona.

Sono ricorrenti, infatti, i casi di fumatori o ex fumatori che, non appena si trovano in una situazione di stress, tornano a fumare oppure tornano ad aumentare il consumo giornaliero.

Inoltre, occorre anche superare quello che spesso è un luogo comune e che è rappresentato dal fatto che da un lato si fumano le sigarette, e dall’altro si conduce una vita sana facendo molta attenzione all’alimentazione e svolgendo pure una regolare attività fisica. I danni da fumo, infatti, non possono essere compensati dal mangiare sano e dall’attività fisica effettuata con cadenza giornaliera.

L’alternativa: La Sigaretta Elettronica

Molti fumatori ed ex fumatori al posto della classica sigaretta o delle sigarette leggere in vendita nel 2016 hanno provato la cosiddetta sigaretta elettronica.

Per liberarsi del vizio del fumo o per cercare delle sigarette veramente leggere, in tanti fanno uso della sigaretta elettronica proprio perché si vorrebbe tanto smettere ma manca quel pizzico di buona volontà? Ma detto questo, la sigaretta elettronica è meglio delle sigarette? E se sì, perché?

Migliori Sigarette Elettroniche

Ecco la lista completa delle 5 migliori sigarette elettroniche più votate dal forum. Se stai pensando di acquistare una sigaretta elettronica ti consigliamo di consultare con attenzione la nostra classifica e cliccare su ciascuna sigaretta elettronica per leggere le recensioni e e le opinioni di chi l’ha già provata.

Sigaretta Elettronica e Sigarette Leggere a Confronto

Nel 2016, sugli effetti della sigaretta elettronica ci sono pareri degli studi contrastanti, ma in ogni caso la maggioranza degli esperti concorda sul fatto che la sua tossicità non è per nulla confrontabile con quella della sigaretta tradizionale che contiene tante sostanze nocive con molte delle quali cancerogene.

Di conseguenza, rispetto alla sigaretta tradizionale (leggera e non), il passaggio alla sigaretta elettronica, per chi proprio non vuole smettere, rappresenta a conti fatti una scelta che permette di guadagnare in salute e che, tra l’altro, può rappresentare un passaggio intermedio prima di andare poi a smettere del tutto. E questo specie se in passato soluzioni alternative come i cerotti alla nicotina non hanno portato ad ottenere risultati tangibili.

Sigaretta Elettronica Leggera: Come Funziona

La sigaretta elettronica è un dispositivo elettronico che, alimentato da una batteria, da un lato ha una forma che è molto simile alla sigaretta tradizionale, e dall’altro offre esperienze che sono simili a quelle di una sigaretta di tabacco.

La sigaretta elettronica, infatti, produce fumo caldo ed aromatizzato unitamente, in base alla ricarica, all’eventuale presenza di nicotina.

La ricarica è inserita in un piccolo serbatoio dal quale, attraverso un processo di nebulizzazione del liquido, l’atomizzatore della sigaretta elettronica, grazie all’energia fornita dalla batteria, produce il fumo caldo ed aromatizzato.

Obblighi e Divieti

Quando sono arrivate sul mercato italiano, all’inizio le sigarette elettroniche non erano soggette a regolamentazione, dopodiché dal 20 maggio del 2016 in Italia sono entrati in vigore degli obblighi e dei divieti ben precisi a partire dal fatto che i produttori devono comunicare al Ministero della Salute quello che è il processo di produzione della sigaretta elettronica unitamente, per le ricariche, agli ingredienti del prodotto unitamente ai dati tossicologici.

Per i consumatori, i produttori dei liquidi per le sigarette elettroniche devono allegare un apposito foglietto illustrativo indicante non solo le istruzioni per l’uso, ma anche l’elenco dei componenti e le avvertenze riguardanti gli effetti nocivi.

Sigaretta Elettronica: Cosa Acquistare

La sigaretta elettronica si può acquistare anche online riuscendo spesso a risparmiare rispetto all’acquisto presso i negozi fisici autorizzati.

In ogni caso, quando l’acquisto della sigaretta elettronica viene effettuato via web occorre sempre fare molta attenzione in quanto è bene acquistare un prodotto che sia sicuro e certificato.

Da acquistare, in particolare, sono le sigarette elettroniche che riportano il simbolo/marchio CE facendo attenzione a non fare confusione con quelle sigarette elettroniche che, invece, sono Made in Cina e che possono riportare una certificazione che è falsa. Nel dubbio è meglio recarsi presso un rivenditore autorizzato dove spesso è possibile anche fare delle prove gratuite prima di acquistare il dispositivo.

Ricariche per Sigarette Elettroniche (Con Lo Sconto)

Ecco i prodotti che ti consigliamo:

3 thoughts on “Sigarette Leggere: Quali Sono Le Sigarette Più Leggere”

  1. Ho provato molte sigarette leggere, dalle Philip Morris Super Light a quelle terribili sottili-sottili. Ma alla fine preferisco la sigaretta elettronica che almeno fa meno male.

  2. Gentile redazione, ho letto con molto interesse il vostro articolo ma una cosa non mi è completamente chiara a proposito delle sigarette leggere elettroniche: esiste una differenza tra il liquido all’aroma di tabacco e quello, per dire, al sapore di menta o melone?

    Grazie,

    Francesca.

    1. Carissima Francesca,

      La differenza tra questi tipi di sigaretta leggera sta tutta nel sapore – l’intensità non cambia.

      A presto,

      DanniDelFumo.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *